Trasferimento illecito a Vasto

Trasferimento illecito, il giudice accoglie la richiesta d'urgenza della professoressa Fermana

Fermo- Una professoressa di Fermo, A.R, era stata trasferita illegittimamente a Vasto nelle operazioni di mobilità effettuate dal ministero dell'Istruzione università e ricerca.
La docente si era subito rivolta alla Flc-Cgil di Fermo che aveva tutelato e assistito le sue richieste, inascoltate dal Ministero.
La sezione lavoro del tribunale di Vasto, dopo aver analizzato la richiesta della docente, ha accolto il ricorso d'urgenza sospendendo in via cautelare l'assegnazione della docente a Vasto e ordinato al Ministero di provvede ad una nuova designazione rispettosa per le esigenze della professoressa.
«Nel caso specifico,oltre ai purtroppo «normali» errori dovuti al cosiddetto «algoritmo» della mobilità, è stata ignorata la situazione specifica della docente che, pur essendo curatore di un familiare con handicap, e avendo i titoli e il punteggio per poter lavorare nella provincia di Fermo, è stata trasferita a 180 km di distanza da casa e dal familiare. Neppure in fase di assegnazione provvisoria le era stata destinata una sede in zona, nonostante la riconosciuta precedenza per le esigenze familiari. Risultando seconda in graduatoria, veniva addirittura «scavalcata» dai docenti in terza e quarta posizione, che si vedevano assegnare sedi vicine a casa, ossia nel Fermano».

Marta Micucci

Categoria: